mercoledì 23 maggio 2018

Sul Colle D'acquaviva, 2200mt(Maiella) da Lama dei Peligni

14,km - 6h34m A/R





Continua il mio viaggio sulle montagne della Maiella in compagnia dei miei avventurosi amici, alla  scoperta  di una vetta  poco frequentata, ma non per questo meno interessante ed affascinante di tante altre già raggiunte, anzi... Una bella salita (1400mt D+ in 7km) molto panoramica, ambiente selvaggio,  e  l'affaccio sulla grandiosa valle della Taranta che da solo vale la fatica e l'alzataccia mattutina!!!
Peccato per la nebbia che ci ha praticamente avvolti fin dall'arrivo al Rifugio di fonte Tari (1540mt) che non ci ha permesso di godere a pieno del paradiso intorno a noi, proseguire per l'Altare dello Stincone non era il caso, ottima la decisione di raggiungere la maestosa grotta del Cavallone e terminare con un bel giro ad anello di 15km la nostra escursione.




Ma passiamo al racconto fotografico della giornata ...

Raggiunto l'inizio del sentiero (H4)poco prima dell'arrivo a Lama dei Peligni...




abbiamo dapprima superato un breve tratto di bosco...


(Lama dei Peligni alle spalle)




superato il bosco zigzagando per ripidi pendii erbosi abbiamo continuato la risalita in direzione del rifugio di Fonte Tari...



Nella prima ora di cammino il meteo tiene e fa ...





non solo un bel ricovero pastorale attira la nostra attenzione, ma anche le nuvole che iniziano a ricoprire le vette in quota ...




l'umore però è alle stelle come sempre...si sale fiduciosi...


raggiungiamo il rifugio di fonte Tari in 1h45m ...







proseguiamo ancora sul sentiero H4...






...lasciandoci alle spalle il bivio per le grotte del Cavallone ( da dove scenderemo poi)...





poco più su lasciamo il sentiero per incamminarci in direzione NO, puntando direttamente la vetta ...












in prossimità della vetta ( che faremo fatica ad individuare) il primo affaccio della giornata sulla stupenda
valle della Taranta...





supero quota 2200 puntando direttamente al punto più alto dell'ampia cresta...


dove Vincenzo è già arrivato ...


ed io raggiungo dopo 3h20m...


per qualche secondo la vetta dell'Altare dello Stincone si concede ai miei occhi, fortunatamente riesco ad immortalarla..


intorno a me invece...niente, solo nebbia...



poi torno indietro e raggiungo i miei compagni che si sono fermati alla quota esatta...


loro nel frattempo hanno avvistato alla base della vallata un lupo, poco distante un gruppetto di camosci ...


io non ho questa fortuna, ma va bene lo stesso...


Ci fermiamo un bel po' per uno spuntino, ammaliati da tanta bellezza...





approfitto di una piccola apertura effettuare un po' di fotografie a 360° ...







ma è ora di ripartire, immancabile foto di vetta...





e via.. si torna indietro...




un bello scorcio sul lago di Casoli...




... arrivati al bivio per le Grotte del Cavallone, un grandioso affaccio sulla valle della Taranta..

c'è una bella discesa da intraprendere fino alla base della vallata...







...iniziamo la ripida discesa, con la curiosità crescente di vedere finalmente la grotta del Cavallone...






un giovane camoscio ci tiene d'occhio...




purtroppo dentro la grotta non si può andare, motivo in più per tornare...





siamo affascinati da tanta maestosità...









ma c'è da proseguire,  poco più giù incontriamo questo caratteristico ricovero pastorizio...


fino a raggiungere nuovamente la strada asfaltata, poco lontano dalle nostre auto ...


W la Montagna, W la Maiella !!!

Alla prossima!!!

by nuvolachedanza

Nessun commento:

Posta un commento