mercoledì 12 giugno 2019

salita su Cima delle Mandrelle, 2214mt, da Fara San Martino (Maiella)

Km 22 - 7h10m  A/R



 Ho sempre amato le solitarie,  è così che sono salito su tante vette appenniniche(fino ad arrivare sul Pollino),  non sempre è andata bene, più volte ho dovuto, ahimè, rinunciare  e per i  più svariati motivi, dalla nebbia al vento impetuoso, ai fulmini, ma anche per guasti all'auto , e perchè no anche per colpa di una sveglia che alle 4:00 di mattina non se l'è sentita  proprio di suonare!
Una forte motivazione abbinata ad una piacevole voglia di esplorazione, che mi ha spinto ancora una volta lo scorso week end a partire , destinazione Fara San Martino  per salire in solitaria sulla splendida  Cima delle Mandrelle, 2214mt, mia personale 250a vetta over2000.
Un itinerario suggestivo, in un angolo della Maiella wild, una giornata che non dimenticherò facilmente.




Ma passiamo al racconto fotografico dell'escursione...

ore 7:50, eccomi davanti alle gole di  San Martino pronto a partire...




l'ingresso delle gole riesce sempre a stupirmi...






anche il vecchio monastero ha il suo fascino... 



inizio la risalita del Vallone fino a raggiungere la località Bocca Valloni... 



giornata caldissima, fortunatamente lungo il sentiero sono presenti varie fontane, la prima a 560mt circa di altezza...




durante la salita mi giro in continuazione per ammirare e fotografare le spropositate, immense pareti che mi sovrastano... 



un secondo fontanile è presente a quota 850 circa... 





proseguo a passo spedito e dopo circa 1h30m, 6 i km percorsi,  arrivo a Bocca Valloni (1055mt) dove c'è il bivio che mi interessa che mi condurrà alla valle di Macchia Lunga ... 



Approfitto del tavolo per riposarmi un po' e recuperare  energie... 


Ben presto riparto inoltrandomi in una bella faggeta, è caldissimo, manca il respiro a volte... 


fortunatamente ogni tanto il bosco lascia spazio a piccole radure che mi permettono di riprendere fiato.. . 


e di guardare finalmente in alto per ammirare le alte vette... 





prima di lasciare il sentiero H1 a quota 1680mt circa (che da adesso si inoltrerebbe nella Val Cannella), incontro un altro fontanile.. 










salgo adesso per il sentiero H2(dir. NE)... 


(vecchi segni) 



il sentiero è molto bello e passa accanto ad alcuni ripari su roccia (grotte dei porci)





superate le grotte dei porci, dopo qualche minuto arrivo in una piccola radura bisogna girare a sx (dir. N), c'è un paletto che indica il bivio... 



all'uscita dalla Faggeta, la mia vetta si presenta davanti ai miei occhi... 


punto direttamente la croce di Cima Piano della Casa, 1973mt


il vento che nel bosco aveva attenuato il caldo, diventa sempre più forte e fastidioso... 


la fatica sembra essere svanita, mi sono ricaricato davanti a tanto spettacolo... 





in vetta a Cima Piano della Casa dopo 3h30m di cammino... 




mi cerco un bel posticino riparato dal vento e approfitto per consumare uno spuntino rigenerante prima di ripartire per la risalita della cresta... 





nella parte finale della salita gli immancabili pino mughi non creano problemi per il passaggio... 



proseguo spedito anche grazie all'aiuto della segnaletica che mi permette di zigzagare velocemente fino alla cresta finale... 









raggiungo la vetta sotto un vento fortissimo ma gestibile.... 






4h10 di cammino, Cima delle Mandrelle, o Sala del Monaco, 2214mt. 
È la mia 250a vetta over2000!



Un giro di scatti a 360°, un mondo si apre davanti a me, dal Pizzone, all'Acquaviva, Sant'angelo, Cima dell'Altare e il Monte Amaro... 












cerco un po' di riparo in mezzo ai pino mughi per consumare il meritato pranzo... 


poi la lunga discesa che mi porterà nuovamente a Far San Martino, per la stessa via di salita, ma con qualche grado in più... 













Alla prossima! 

By nuvolachedanza

1 commento: