lunedì 20 gennaio 2020

Cima dell'Ouso, 1094m(Lepini)


5,2 km A/R - giro ad anello




Un altro bel sentierino  sui "miei" Lepini, anche questo wild che adesso è possibile percorrere partendo da Pian delle Faggeta (Carpineto Romano). 
Un bel anello, che se pur breve non regalerà niente a chi deciderà di percorrerlo, garantendo una bella ed inusuale  vista a 360° sulle più note vette che lo circondano, riservando anche belle sorprese  nel bosco, che in vari tratti bisognerà superare , per la presenza di meravigliosi e giganteschi esemplari  di Leccio, che così belli non ne avevo mai visti.

Ma passiamo al solito racconto fotografico della giornata...


In compagnia di Francesca ho raggiunto con l'auto Pian delle Faggeta raggiungendo il punto di partenza della nostra escursione (terminata la strada asfaltata bisogna proseguire sulla sterrata  per altri 600m circa)...

incamminandoci in direzione est abbiamo raggiunto la sella a  quota 961m, che divide la Cima dell'Ouso dal Perrone del Corvo (dove passa l'Alta via dei Lepini) ...


alle nostre spalle sempre presente per tutta la giornata la vetta del Semprevisa o Cima Nardi (1536m)...


dalla sella iniziamo la risalita della cresta in direzione SE alternando tratti nel bosco da superare con attenzione...


(zoomata sul Semprevisa)...


 a tratti su cresta molto panoramica...

(il Perrone del Corvo alle nostre spalle, in fondo il Lupone)



(il Malaina ed il Gemma)...




(gli Aurunci)





raggiungiamo la vetta dopo 1h30 circa dalla partenza ...



spuntino meritato, ce lo gustiamo nella massima tranquillità e solitudine...



Ora non resta che raggiungere la sella delle Ritarre  superando un fittissimo bosco (il sentiero individuato si mantiene sempre  nel versante che dà su pian delle faggeta)...


un primo esemplare di Leccio,  ci dà il benvenuto...


poi lui che ci fa rimanere esterafatti! quanti anni avrà!?! ci chiediamo...



un'ultima cima  (senza nome?!?) da superare, quota 1089m...




(Monte Caccume)



ora non ci resta che scendere...



ci fermiamo sula sella per un ultimo spuntino...


a un centinaio di metri da noi c'è la sterrata che ci porterà nuovamente alla nostra auto...






i segni CAI, stanno ad indicare che la nostra escursione esplorativa è terminata...








l'immancabile foto alla fonte dell'Acquicciola ...


Alla prossima!!!

Un grande anello, tutto in cresta o quasi,  che raggiunga tutte le vette  intorno a Pian delle Faggeta ora è possibile e non tarderò certamente a testarne anche la fattibilità .

by nuvolachedanza






domenica 12 gennaio 2020

"Arrampicando" a Gaeta (avancorpo di destra)




Una bellissima giornata Adrenalinica, immersi nel mondo verticale, trascorsa all'insegna dell'allegria in compagnia di Maurizio ed i suoi amici Patrizio e Michele ai quali faccio i miei complimenti. 2 vie per me(da secondo) 3 per i miei compagni, tutte meravigliosamente belle ed ingaggianti.

Passiamo al solito racconto fotografico di alcuni momenti della giornata ...

Arrivati alla piana di S.Agostino (tra Sperlonga e Gaeta), abbiamo lasciato l'auto da Guido "il Mozzarellaro", e ci siamo incamminati lungo la strada dove superando il ponte, prima della galleria inizia il sentiero che porta all' avancorpo di destra...





giornata caldissima, eppure siamo a Gennaio!!






il nostro campo base :-)




Si parte con il primo tiro di "Picchiami sulle bolle" 5c, 80 metri di corda, serviranno tutti, fino all'ultimo centimetro...


è un piacere vedere arrampicare Patrizio che apre la via...



Maurizio gli fa sicura...




poi tocca a lui...




a me, che faccio una fatica immane, ho ancora tanto da lavorare, ma riesco comunque a salire e  divertirmi grazie anche ai consigli e alle incitazioni dei miei amici... 


qualche scatto ed un selfie ci stanno tutti!!!



nel frattempo ci ha raggiunto Michele...


anche per lui "Picchiami sulle bolle"...



poi ci spostiamo in un altro settore dove Michele ha aperto una variante su una bella via " Sadè" 6a, e vuole farla provare a Patrizio e Maurizio...



Mentre che Patrizio sale su Sadè, Maurizio va da primo su via del Matrullo (5b)









poi tocca a me..





Patrizio impegnato su Sadè...







poi a seguire Michele...







(nel frattempo Patrizio sale da solo sulla via del Matrullo)


anche Maurizio arriva sulla catena su Sadè...




Per oggi può bastare? grazie all'allegra compagnia della meravigliosa giornata...


nel frattempo si è fatto tardi...



si torna giù...


Alla prossima

by nuvolachedanza