domenica 24 maggio 2020

Ritorno sul Semprevisa dopo il lock down covid(Lepini)



Questa mattina la sveglia ha suonato presto, d'altronde in questo periodo covid se si vuole godere l'escursione in relativa tranquillità non può essere altrimenti, con il Semprevisa letteralmente invaso da trekkers e non. L'idea è quella si arrivare in vetta risalendo per 'Acqua mezza alé... 


(abbeveratoio Acqua, mezzavalle) 





raggiungo la sella velocemente, oggi le gambe girano bene... 


Solito meraviglioso spettacolo all' affaccio su Camporoseglio ed il Circeo.. 


(La Schiazza di Paolone) 




(M. Ardicara) 







C'è un po' di vento in quota, ma la temperatura è piacevole.. 












1h25 e sono su.. 


In vetta incontro Tonino e Luca(paesani) che mi hanno anticipato.. 


Proseguo con Luca, facciamo lo stesso giro.. 




Erdigheta e Pizzone ci aspettano... 


















Il mio orologio al termine dell'escursione segna 3h36m, 12,5Km

Alla prossima! 

By nuvolachedanza

domenica 17 maggio 2020

Anello del Perrone del Corvo (1035m) e Cima dell'ouso(1094m)-Lepini




Vedere Alessandro appagato a fine escursione è stata per me una grande soddisfazione, riportarlo alla sua auto senza graffi poi, una goduria. Era da tanto che voleva venire a provare il sentierino che porta in vetta al Perrone del Corvo, tra una chiacchiera e l'altra ci siam fatti tutto l'anello, Cima dell'Ouso compresa.
Non potevo poi non tornare su con Valerio a provare anche qualche vietta di arrampicata, per me "La Preda" e "Idea", naturalmente da secondo.

Ma passiamo al racconto fotografico della giornata...

lasciata l'auto al parcheggio della ex cava a Pian delle faggeta, ci siamo incamminati lentantamente verso l'inizio del sentiero...


prima sorpresa per Alessandro abituato a guadagnarsi ogni cm di salita su questa ostica vetta..


raggiunta la falesia facciamo un salto a tutti e 4 i settori...



per poi tornare indietro e salire in vetta per la breve ma bella via di salita ...


se la ride il mio amico...











Perrone del Corvo, 1035m...


iniziamo adesso a percorre la cresta Wild direzione S che ci porterà fin su Cima dell'Ouso...



Attenzione, prima di iniziare l'ultimo strappo alla vetta di Cima dell'Ouso c'è un inghiottitoio che passa a qualche metro dal sentiero, molto pericoloso ...



ho provveduto a metterci un cartello indicando il pericolo..


Cima dell'Ouso, 1094m...


raggiunta la sella delle Ritarre chiedo ad Alessandro di fare una piccolo cambio programma e deviare per raggiungere ed osservare una piccola falesia che si trova poco più in basso...


interessante...





poi si scende verso l'acquicciola...




mentre percorriamo la sterrata lo sguardo va al settore "La tana" dove Fabio e Maurizio già stanno arrampicando ... 

La bella mattinata volge al termine, Alessandro purtroppo deve tornare a casa, io invece ritorno su con Valerio...

Arrampicheremo un pò...

(Valerio all'opera)












( io all'opera...da secondo)







Alla prossima!
by nuvolachedanza