martedì 1 settembre 2020

Il Tempio, 2099m (Velino-Sirente)

14 Km A/R -7h50m (giro ad anello)


Un' indimenticabile giornata in montagna trascorsa in compagnia del mio amico Andrea, una vetta,  irraggiungibile per me fino qualche anno fa (neanche da secondo), un turbinio di emozioni dal primo all'ultimo passo. La scalata sul Tempio solo la ciliegina sulla torta di un anello meraviglioso. Grazie Andrea!

Ma passiamo al racconto fotografico dell'escursione...



si parte dallo Chalet del Sirente, pronti a gustarci l'avventura.


risaliamo il bosco risalendo per il sentiero n.15 che ci condurrà alla Val Lupara..


non c'è bisogno di commentare...









usciamo alla sella che divide il M. di Canale dal Monte Sirente...





che raggiungiamo dopo 2h30 di cammino.Oggi però la vetta del Sirente non è il nostro traguardo, ma soltanto l'inizio della nostra avventura, il rock'n roll per noi parte da qui...


ci abbassiamo di quota (direzione Punta Macerola) fino a raggiungiere la massima depressione a quota 2252 ...


Il Tempio sotto di noi, una meraviglia, non vedo l'ora di vederlo da vicino...


ci sono molti omini che indicano il sentiero da seguire, la discesa è impegnativa non priva di pericoli, quindi bisogna seguirli con attenzione...


eccolo qui...


un grifone ci segue dall'alto...


ci prepariamo alla scalata, non difficile tecnicamente, ma da affrontare con attenzione vista la conformazione della roccia e la presenza di rocce instabili, ad Andrea il compito di salire da primo di cordata.





raggiungiamo la vetta dopo 4h di cammino..


l'esultanza di Andrea la dice tutta sulla nostra felicità!!!



restiamo un pò in vetta, immancabili foto a 360°...


da un lato, giù in fondo i pratoni del sirente che dovremo raggiungere per tornare poi alla nostra auto...


dall'altro, un vera e propria muraglia, da lì abbiamo seguito il sentierino per scendere ...





ultimo selfie...



si torna alla sosta per effettuare la calata in corda doppia..


scendo per primo ...







Andrea mi segue...












sistemata la corda sullo zaino, si riparte...
scenderemo in corda doppia dal Colatoio ...




anche qui discesa da fare con molta attenzione...


altra corda doppia...









ci lasciamo alle spalle il colatoio...



non è finita però,  seguendo la parete in direzione NO ci abbassiamo pian piano di quota, per raggiungere il sentiero che ci condurrà ai pratoni...






discesa veramente wild, poi raggiunto il sentiero, si trasforma in una lunga passeggiata defaticante...




un ultimo sguardo al Tempio incastonato tra le immense pareti verticali... 





3° tempo meritato? 


Alla prossima!!

By nuvolachedanza



Nessun commento:

Posta un commento